Metanfetamina o Shaboo

Cos’è la metanfetamina anche chiamata Shaboo, meth, ice e Ya ba

La metanfetamina è un potente stimolante del sistema nervoso centrale, che è per lo più usato oggi giorno per scopi a carattere ricreativo, e solo in alcuni rari casi per curare certe malattie come l’ADHD (Attention deficit hyperactivity disorder) e cioè la malattia che impedisce di porre attenzione e concentrarsi in un’unica attività; o per curare l’obesità. Questa sostanza venne sintetizzata per la prima volta nel 1893 da Nagai Nagayoshi, poi una sua variante più potente e un nuovo modo di produrla è stato scoperto in Giappone nel 1919 da Akira Ogata. Questo prevedeva la sua forma cristallina che sciolta nell’acqua ne semplicizzava l’assunzione attraverso iniezioni. 

Meth

I suoi potenti effetti


Photo by Louis Reed on Unsplash

A bassi dosaggi questa migliora l’umore, aumenta la concentrazione e l’energia, aumenta lo stimolo sessuale, riduce la stanchezza, fame e fatica. Se usata, invece, ad alti dosaggi ha dei terribili effetti collaterali come psicosi, danneggiamento della struttura ossea, ipertensione, attacchi epilettici e sanguinamento nel cervello. Per coloro che sono dei dipendenti della sostanza i controeffetti sono ancora più potenti. Da un punto di vista fisico si possono citare i danni ai denti, questi diventano marci e nel tempo cadono, la presenza di rush cutanei e acne sul corpo e sulla faccia, glaucoma e ipertensione. Da un punto di vista psichico un umore instabile, paranoia, depressione, allucinazioni, attacchi di panico e comportamenti violenti. Sono molti i casi in cui un tossico dipendente, in preda alla paranoia, chiami la polizia credendo che qualcuno, un ladro, un maniaco o uno stalker, cerchi di entrare in casa loro. Quando poi la polizia arriva, capisce che coloro che l’hanno chiamata sono in preda alla paranoia dovuta all’abuso di meth e se ne vanno.

È possibile uscirne?


Photo by Callie Gibson on Unsplash

Per coloro i quali cercheranno di smettere di usarla, dopo un medio-lungo periodo di utilizzo, dovranno andare in contro a forti sintomi da astinenza. Questi sono per lo più mentali che fisici, al contrario di altre droghe come l’eroina. Fra questi possiamo citare acuti attacchi di ansia e depressione, dolore alla mascella, forte stanchezza, confusione mentale, forte appetito, insonnia, incubi e forte sudorazione durante il sonno.

La Metanfetamina e sua cugina anfetamina

È facile confondere l’una con l’altra perché sono simili per alcuni versi, ma si distinguono in altri. Queste agiscono diversamente sul corpo e sulla mente. L’anfetamina è stata per la prima volta realizzata nel 1887 in Germania. I suoi usi, da quei giorni fino ai giorni nostri, in medicina, sono diversi fra i quali possiamo citare il suo impegno per combattere la depressione, la narcolessia, l’obesità e il deficit di attenzione (ADHD). Fra i medicinali più famosi, nel combattere il deficit di attenzione, contenenti l’anfetamina o composti molto simili si possono citare l’Adderall, Ritalin, Focalin, Vyvanse e il Dexedrine.


Photo by freestocks.org on Unsplash

Entrambe le droghe stimolano il sistema nervoso, entrambe incrementano la produzione di dopamina e norepinefrina nel cervello. Questi ormoni provocano uno stato di euforia e un aumento di energia. Entrambe le sostanze creano dipendenza e se usate in modo scorretto hanno dei severi effetti collaterali che possono anche portare alla morte. Una delle maggiori differenze fra le due, è il fatto che la metanfetamina è più potente, i suoi effetti durano più a lungo e crea dipendenza più velocemente.

Da un punto di vista chimico sono simili anche se ci sono delle differenze, le quali dettano le differenze negli effetti sull’assuntore.

Inoltre l’anfetamina può essere prescritta dal medico mentre la metanfetamina è illegale in tutto il mondo.

Un po’ di storia

Una delle prime pubblicità della Coca-Cola

Le aziende farmaceutiche tedesche sono sempre state le più forti in tutto il mondo e lo sono tutt’oggi. Con la differenza che fra la fine del 1800 e l’inizio del 1900 il grosso del loro profitto era dovuto a droghe che oggi sono classificate come illegali, mentre allora erano addirittura, in alcuni casi, vendute anche senza ricetta. Per esempio la cocaina, gli estratti dalla pianta di coca, la morfina e l’eroina. Basti pensare che per esempio una bevanda come la Coca-Cola, inventata da un farmacista chiamato John Pemberton nel 1885, nella sua ricetta originale conteneva degli estratti della pianta di coca; dalla quale viene prodotta la stessa cocaina. In Germania nel 1923 quando il Marco crollò, crollò con quello anche la morale del popolo tedesco e la droga prese il controllo di Berlino. Morfina, cocaina ed eroina facevano da regine a Berlino in quegli anni e nel 1928 venne toccato il record di eroina e morfina venduta in farmacia con ricetta medica. Poi con l’ascesa al potere del nazionalsocialismo le droghe vennero messe al bando e divennero un argomento tabù, essi dicevano che l’uomo doveva essere puro, libero da ogni sostanza e libero da ogni effetto procurato da sostanze. I dipendenti delle sostanze divennero criminali e vennero rinchiusi nelle prigioni per un massimo di due anni, questa era la pena massima per gli utilizzatori e i dipendenti.

Hitler e la sua arma segreta, la metanfetamina

Nel 1937 in Germania Hauschild perfezionò la metanfetamina trovandone un nuovo metodo per sintetizzarla e il Terzo Reich dette l’OK per la produzione sotto il nome di Pervetin, in forma di pillola. Nel 1938 iniziò ad essere commercializzata, pubblicizzata e venduta al pubblico come stimolante e cura per la depressione. La metanfetamina aveva sostituito la cocaina ed era usata da tutti, dalle casalinghe per pulire casa al giornalista che doveva passare la notte a finire un articolo di giornale. Nella seconda guerra mondiale le truppe naziste combattevano sotto l’effetto della potente droga. Il Pervetin migliorava la prestazione dei soldati, aumentandone il coraggio, l’attenzione e riducendone il bisogno di riposarsi e nutrirsi. L’utilizzo di tale droga è stato riportato anche dai kamikaze giapponesi, prima di schiantarsi contro le truppe nemiche, nelle loro missioni suicide. Anche nelle fabbriche giapponesi i lavoratori lavoravano sotto l’effetto della potente droga per aumentare la loro produttività.

Mai così semplice dimagrire

From Website LIPSTCKALLEY

Negli anni cinquanta negli Stati Uniti la metanfetamina poteva essere trovata in alcune pillole per dimagrire, Obetrol era uno dei nomi di commercializzazione. Queste sono state vendute fino al 1970, anno in cui divennero illegali sotto la nuova regolamentazione che includeva la metanfetamina fra le sostanze illegali, e ne vietava qualsiasi utilizzo in medicina.

In tailandia la chiamano Ya Ba


Photo by Florian Wehde on Unsplash

In Tailandia sotto il nome di Ya Ba è stata usata per molti anni e venduta soprattutto dai benzinai perché era per lo più usata da camionisti, tassisti e autisti. Aiutava ad affrontare lunghi viaggi. Poi nel 1970 è diventata illegale anche se negli anni 80 era ancora molto diffusa. Ancora oggi è usata, anche se chi usa può rischiare una pena severa che prevede fino a venti anni di reclusione e il pagamento di una multa salata. Uno dei più grandi produttori mondiali della sostanza è una nazione vicina alla Tailandia, chiamata Birmania.

Oggi giorno

Produre la metanfetamina in casa non è mai stato così semplice

Oggi la metanfetamina può essere prodotta anche privatamente con un processo semplice e ingredienti non troppo difficili da reperire. Infatti l’efedrina, componente necessario, può essere estratto da un medicinale per la sinusite e il raffreddore chiamato Sudafed. Soprattutto alle fine degli anni 90, in USA, i laboratori fatti in casa spuntavano come funghi e potevano essere allestiti dovunque, dalle camere dei motel alle roulotte. Fra gli ingredienti più usati ci sono poi il diluente per vernici, soda caustica, il litio e l’acido dalle batterie, acqua distillata, etere etilico dalle bombolette spray e il fosforo rosso ottenuto dai fiammiferi. Tutto il processo è molto pericoloso e non sono mancati i casi in cui tutto è esploso e lo chef è andato a fuoco, rimettendoci la vita o ustionandosi gravemente. Dal 2005 negli Stati Uniti l’acquisto di prodotti contenenti la pseudo efedrina (dalla quale viene poi estratta l’efedrina) è limitato per il pubblico, coloro che la comprano devono presentare un documento d’identità e le farmacie o i supermercati, dove sono venduti tali medicinali, registrano coloro che l’hanno acquistata e i nomi stanno nel registro per almeno due anni.

La diffusione della meth nel mondo

Negli USA la metanfetamina anche chiamata “ice” per la sua forma cristallina e bianca, che sembra appunto ghiaccio, è molto diffusa e viene prodotta nel paese stesso nei laboratori illegali o importata per lo più dal vicino Messico. Dagli anni novanta è iniziata una vera e propria epidemia, altri paesi colpiti sono stati il Giappone e l’Australia, in quel periodo.

In Europa per lo più è presente nell’est, in paesi come la Repubblica Ceca, la Slovacchia e la Germania dell’est. Ma non sono mancati casi in Gran Bretagna e in Scandinavia. A Londra e a Parigi sono stati riportati casi di uso di questa sostanza nell’ambito gay, infatti la droga disinibisce e aumenta la libido. Anche in Sud Africa è stato registrato l’uso della sostanza. In Grecia durante la crisi economica si è diffuso l’uso della sostanza, il fenomeno si è presto espanso ed è tuttora presente, anche se non in larga scala come altre sostanze come l’eroina.

E in Italia?

Viene chiamata Shaboo e non sembra avere preso molto piede, sono stati riportati alcuni casi ma niente di preoccupante, sembra essere diffusa per lo più nella comunità Filippina e Cinese.

Le play, le plegine come cantavano i CCCP

CCCP – gruppo punk italiano che negli anni ottanta uscì con un singolo chiamato Emilia Paranoica- foto da Wikitesti.com

In compenso in Italia le Plegine a base di fendimetrazina (ricetta molto simile all’anfetamina), farmaco anoressizzante, erano disponibili sul mercato dal 1959 fino al ritiro nel 1999, perché ne veniva fatto un uso smodato e sregolato. Dal 2011, con un decreto, è divenuta una sostanza stupefacente a tutti gli effetti, è del tutto vietata in Italia e non può più essere usata per velocizzare il dimagrimento per la prova costume come negli anni passati.

Film, libri e serie

Vi posso consigliare due film sull’argomento come Spun e Requiem for a Dream.

Spun

Il cuoco Mikey Rourke

Il primo è un film del 2002 diretto da Jonas Akerlund e basato su tre giorni di fattanza da metanfetamine senza dormire, nel quale il protagonista, interpretato da Jason Schwartzman, incontra diversi personaggi che girano attorno alla sostanza. Fra questi da citare, nelle vesti di un cuoco della meth, Mickey Rourke che devo dire interpreta molto bene la parte.

Clicca qua per leggere la scheda completa del film Spun


Requiem for a Dream

La madre di Harry Sara

Il secondo è un film americano del 2000 diretto da Darren Aronofsky e basato sulla storia scritta, intitolata nello stesso modo, da Hubert Selby Jr. del 1978. Il film tratta di dipendenza da varie droghe fra le quali eroina e anfetamina. Il protagonista Harry, interpretato da Jared Leto, con i suoi amici si fanno di eroina mentre la madre del protagonista, Sara, per dimagrire, per poter indossare un vestito rosso in uno show televisivo, si fa prescrivere delle anfetamine da un dottore; non conoscendone i potenti effetti collaterali. 

Qua trovi la scheda compleata del film Requiem for a Dream e il trailer

Breaking Bad

A sinistra Jesse e a destra Mister White

Fra le serie, sicuramente Breaking Bab batte tutti sull’argomento. Questa è una serie uscita nel 2008 che parla di un professore di chimica delle scuole superiori chiamato Walter White (Bryan Cranston), al quale viene diagnosticato un cancro ai polmoni e non gli viene dato molto tempo da vivere. Così per non lasciare alla sua famiglia solo debiti inizia a produrre ice con Jesse (Aaron Paul), un suo vecchio alunno.

Blitzed – Hitler il più spietato dittatore di tutti i tempi ma anche il più tossico

Dal sito The Upenn Statesman

Fra i libri posso consigliarvi Blitzed scritto da Norman Ohler e che tratta dell’uso di droga nella Germania nazista e spiega che Hitler, oltre ad essere stato uno dei più crudeli e spietati dittatori di tutta la storia, era anche uno dei più grandi tossici del 900. Nel libro viene spiegato in dettagli cosa il dottore personale del Führer, Theodor Morell, somministrava al suo paziente, da steroidi a stimolanti passando per potenti oppiacei.

Qua un artiolo interessante sul libro dal magazine RollingStone

Dov’è il tuo eroe oggi?

Non posso non fare a meno di menzionare il mio libro intitolato Dov’è il tuo eroe oggi? Scritto da me, ovvero Giovanni Salti. Nel libro uno dei protagonisti, Tania, è una dipendente della metanfetamina, la quale detta i suoi repentini cambi d’umore e la sua violenza, nonché le situazioni nelle quali si trova.

Clicca qua per avere un assaggio del libro!